Corso gratuito su come usare al meglio la frutta nei dolci vegani

Ecco perché ti conviene usare di più la frutta in pasticceria (se ci tieni alla tua salute)

Lo confesso, sono un’amante della frutta.

La frutta è una protagonista dei miei ricordi d’infanzia, quando la coglievo fresca dagli alberi nelle campagne di famiglia.

Nonché protagonista di succulente merende, quando aspettavo con impazienza l’estate per mangiare direttamente sull’albero quelle deliziose pesche, le dolcissime albicocche o le buonissime prugne.

Mi piacevano tantissimo! 😃

In un’epoca in cui si mangiava in modo più naturale, la frutta fresca e genuina era un vero piacere per tutti noi bambini.

Tante cose sono cambiate da allora, ma la frutta fresca e di qualità per fortuna sta tornando in voga con la riscoperta del cibo sano e naturale.

Ricca di fibre, vitamine e antiossidanti, la frutta infatti è un prezioso alleato della nostra salute.

Ecco perché usarla in pasticceria ci può aiutare a ridurre il contenuto di altri ingredienti che invece tanto bene non fanno…

Oggi quindi ho deciso di regalarti un corso gratuito su come usare al meglio la frutta in pasticceria.

Leggi con attenzione se ci tieni a preparare dei deliziosi dolci vegani, sani e genuini.

5 frutti che renderanno i tuoi dolci assolutamente irresistibili

Ho una mia classifica della frutta che amo usare più spesso in pasticceria, e ora è il momento di condividerla con te.

Si tratta di frutti con eccellenti proprietà nutrizionali, ottime qualità estetiche e chimiche che rendono i nostri dolci vegani davvero speciali.

Vedrai, non riuscirai più a farne a meno…

Ecco qui la mia top 5:

 

1. Le fragole

Le fragole possono essere usate in pasticceria per preparare salse o gelatine colorate in pochi minuti.

Ti basta ridurle in purea, aggiungere gli addensanti giusti in base al risultato che vuoi ottenere (prevalentemente amidi come riso, mais, kuzu e arrowroot se vuoi preparare una salsa densa; più che altro gelificanti come agar agar se vuoi fare una gelatina), unire una parte di liquidi e portare ad ebollizione a fiamma medio/bassa. Far raffreddare e utilizzare per decorare, farcire e ricoprire torte da credenza, cheesecake, cupcakes, tartellette, crostate, gelati…..

Oltre ad essere buonissime, le fragole ci fanno anche molto bene perché sono ricche di fibre, potassio, vitamine e soprattutto di vitamina C e altri antiossidanti – composti che ci aiutano a prevenire diverse malattie e ritardare l’invecchiamento.

Hanno inoltre un buon contenuto di minerali come magnesio, calcio e ferro.

Tra l’altro, usare delle fragole per preparare salse o gelatine, ci permette di evitare dei prodotti di scarsa qualità o addirittura dannosi per la nostra salute.

Penso ad esempio alla gelatina animale, prodotta a partire dagli scarti dell’industria della carne. Oppure al burro e ad altri tipi di grassi animali che possono essere usati nella preparazione delle salse.

Quindi, non solo usando le fragole sostituiamo degli ingredienti che ci fanno male perché ricchi di colesterolo e grassi saturi….

… ma li rimpiazziamo con delle leggerissime e sanissime fragole, ricche di nutrienti e antiossidanti naturali.

Un doppio vantaggio insomma.

A cui se ne aggiunge un terzo se pensiamo che le fragole possono anche aiutarci a migliorare l’estetica dei nostri dolci.

Nessun bisogno di coloranti o additivi chimici infatti, il bellissimo rosso delle fragole può essere usato per dare una nota di colore alle nostre creazioni.

Sarai d’accordo anche tu che in pasticceria anche l’occhio vuole la sua parte…

I tuoi dolci risulteranno sicuramente più graditi se saranno anche belli. 😉

 

2. I kiwi

 

Un altro ingrediente che può avere funzioni simili alla fragola è il kiwi, di cui l’Italia è un grande produttore.

Come le fragole, anche questo frutto può infatti essere usato per salse o gelatine e decorazione, ma perchè non tagliarlo semplicemente a cubettini di circa 1 cm ed inserirlo nell’ impasto di un soffice plumcake allo yogurt?

Il suo gusto dolce/acidulo darà una nota fruttata alla nostra preparazione mentre, la sua particolare colorazione renderà la fetta più appetibile alla vista .

Se preparato sotto forma di gelatina, il suo bellissimo colore verde può essere usato per impreziosire dei freschissimi dolci al cucchiaio a strati o rendere unici gli inserti delle torte moderne.

Anche questo frutto ha delle eccellenti qualità nutrizionali e ci permette di sostituire degli ingredienti di origine animale decisamente meno sani.

I kiwi sono ricchissimi di vitamina C, un potente antiossidante che ci aiuta a stimolare il sistema immunitario.

Questa vitamina poi ha un ruolo nella prevenzione dell’anemia poiché ci aiuta ad assorbire meglio il ferro.

I kiwi sono anche una buona fonte di fibre, potassio, fosforo e calcio.

3. Le mele

Vuoi (o devi) evitare le uova? Nessun problema!

Un frutto molto comune nel nostro paese ci può aiutare, in determinate preparazioni, a sostituire le uova nei dolci in modo molto semplice.

Si tratta della mela!

Trasformandola in purea e unendola alla parte liquida, ci farà ottenere un composto umido e ben legato.

Questo è un ottimo stratagemma non solo per coloro che devono evitare le uova per allergie o scelta etica.

Infatti usare la mela nei nostri dolci è una tecnica utilissima anche per coloro che hanno problemi di colesterolo alto e devono evitare i cibi che ne sono ricchi…

… o semplicemente per coloro che tengono alla loro salute e vogliono mangiare più frutta e meno grassi.

Le mele sono ricche di fibre e vitamine, il chè ci aiuta a rafforzare le difese immunitarie e migliorare la salute intestinale.

È importante però sottolineare che, le mele sono un’opzione molto valida per sostituire le uova nei dolci vegani, ma non sono affatto l’unica possibilità.

Nei corsi della mia scuola di pasticceria online Dolci Vegani ho dedicato un’intera lezione a questo argomento dove insegno le diverse possibilità a nostra disposizione.

Inoltre nel Corso Base spiego le tecniche, gli ingredienti e le nozioni di base per permetterti di imparare a creare le tue ricette.

Per renderti un pasticcere indipendente e permetterti di preparare i dolci con gli ingredienti che preferisci c’è un mondo da scoprire perchè, a differenza della pasticceria tradizionale, la pasticceria vegana ha molte incognite: farine più o meno raffinate, oli e grassi in diverse forme, zuccheri liquidi e cristallini, ingredienti non tecnici che hanno bisogno di conoscenza e pratica per restituire il giusto risultato.

4. Il mango

Il mango è un frutto originario dei paesi tropicali ma oggi viene prodotto anche in Italia.

In pasticceria può essere usato nelle creme per dare un bel colore solare…

… e un sapore assolutamente delizioso.

Guarda per esempio che meraviglia le gelatine mango e cocco che ho elaborato appositamente per il mio nuovo libro: Dolci Tentazioni (vegane e senza glutine).

Fanno venire l’acquolina in bocca, vero?

E pensa che puoi mangiarle senza sensi di colpa.

Il mango è infatti un’ottima fonte di fibre, vitamina C, acido folico, potassio e beta-carotene, un potente antiossidante che il nostro corpo usa per produrre la vitamina A.

Troverai la ricetta completa nel mio nuovo libro.

5. I frutti rossi

E da ultimi, ma non per questo meno importanti, i frutti rossi

In pasticceria li possiamo usare per decorare i dolci, grazie alle loro piacevoli gradazioni che vanno dal rosso al viola.

Renderanno quindi belle e colorate le nostre preparazione, come per esempio tartellette, torte da credenza e dolci al cucchiaio.

Inoltre, come avrai notato sicuramente anche tu, un consumo regolare di frutti rossi è sempre più raccomandato da medici e nutrizionisti per via delle grandi quantità di antiossidanti che contengono.

Tra gli antiossidanti che troviamo all’interno di queste prelibatezze, i più interessanti sono quelli appartenenti al gruppo degli antociani.

Gli antociani sono i pigmenti responsabili della colorazione dei frutti rossi e hanno delle forti proprietà antinfiammatorie e anti-invecchiamento.

Possono anche rallentare il declino cognitivo e prevenire le malattie neurodegenerative, cardiovascolari, alcuni tipi di cancro e il diabete di tipo 2.

Possiamo quindi dire che i frutti rossi sono degli ottimi alleati della nostra salute e dei nostri dolci!

La pannacotta con salsa di lamponi del mio libro Dolci Tentazioni (vegane e senza glutine) è un ottimo esempio di come usare i frutti rossi in pasticceria. 😋

Insomma, come vedi la frutta può svolgere numerose funzioni nei nostri dolci.

E può renderli più buoni, sani e belli. 😊

In questo articolo ti ho dato solo un assaggio di tutto quello che si può fare con alcuni tipi di frutta, ma esistono numerosissime altre opzioni.

Trattandosi di un argomento così ampio e affascinante, non è possibile trattarlo in modo esaustivo in una veloce chiacchierata.

Ma, se l’argomento ti interessa, puoi trovare molteplici approfondimenti nei corsi della mia scuola di pasticceria online Dolci Vegani.

Ogni pasticcere professionista o amatoriale deve conoscere bene gli ingredienti a sua disposizione per poter ottenere dei buoni risultati.

Seguire ricette per abitudine senza riuscire a renderle, con piccoli gesti, più buone, più sane e più belle ci porta solo a spendere un sacco di soldi in prodotti inutili e spesso poco salutari.

Ho creato Dolci Vegani perchè voglio trasmettere ai miei studenti le conoscenze necessarie per migliorare la propria vita e dargli la possibilità per poter scegliere ciò che è più adatto alle loro esigenze perché ognuno di noi ha diverse necessità per salute, ideologia, soddisfare la propria clientela…..

Dolci vegani, salutisti, senza uova o senza burro, a ciascuno il suo!

Ti è venuta voglia di scoprire come rendere più sani e leggeri i tuoi dolci?

O semplicemente di aumentare il tuo consumo di frutta in un modo gustosissimo?

Trova il corso più adatto a te per iniziare subito le lezioni della scuola Dolci Vegani e avere accesso al gruppo chiuso Facebook dedicato agli allievi:

 

Sì, VOGLIO ISCRIVERMI SUBITO ALLA SCUOLA DOLCI VEGANI

LO CHEF MARIO DE RICCARDIS (Video)

I 5 dolci vegani più richiesti sul mercato

Si può davvero avere la flessibilità di una scuola ONLINE senza perdere tutti i vantaggi dei corsi dal vivo?

3 consigli su come conciliare il tuo amore per i dolci al cioccolato e la dieta vegana

Corso gratuito su come usare al meglio la frutta nei dolci vegani


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.